yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Sono una Blues Mom?

4 commenti
Se vi guardate allo specchio e non vi riconoscete più;
se non riuscite nemmeno a chiudervi in bagno per cinque minuti da sole nell’arco della giornata;
se anche una semplice doccia vi sembra un miraggio;
se siete stanche dei continui consigli che fioccano a destra e a manca di chi sa, apparentemente, molto meglio di voi qual è la cosa giusta da fare….

Benvenute nel club delle neo-mamme vere, le Blues Moms, quelle che non si aspettavano che la maternità significasse ANCHE questo, ma che in qualche modo ne usciranno fuori. Perché posso assicurarvi che se ne esce. Ma se qualcuno ci aiuta, il percorso può essere più breve e meno tortuoso. 

Immagine presa da Google
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

4 commenti

  1. eccomi ci sono...sono una blues mom e a Natale (ieri) sono riuscita a litigare con la mia mom...che tristezza.
    Premetto che con mia mamma non è che ci sia un rapporto idilliaco...anche in gravidanza la cosa non è stata facile. Lei è una donna dura (la vita l'ha segnata molto) e direi anaffettiva...
    E maledizione a me quando le ho detto "da te mi piacerebbe avere qualche consiglio" nel senso che da parte sua c'è totale disinteresse e mi sarebbe piaciuta la sua vicinanza...essermi a fianco...forse era meglio che le dicessi così...non che volevo consigli.
    Ieri appena arrivata a casa sua per il santo Natale inizia "eh ma quanto l'ha vestita!" (c'erano 4 gradi, e la bambina -prematura=polmoni + fragili - piena di raffreddore) e vabbè...sorrido e vado avanti.
    Poi "mettila giù sennò poi si vizia" frase che odio!!!! Non credo in questa cavolata dei vizi e capricci...ma io sorrido, sto zitta e vado oltre ohmmmmmmm...
    Poi "non prenderla in braccio! Lasciala piagnucolare!" piagnucolava l'ho avvicinata al tavolo (lei era sulla sua sdraietta) e ho parlato un po' con lei e si è calmata un po'...poi ha iniziato a piangere e l'ho presa in braccio. Ma io mi dico se piange perchè non posso prenderla in braccio?!? Ma sono stata zitta ancora una volta...
    Poi l'ho allattata (e li una serie di "inizia a darle la frutta, la pappa, il purè...) e li già iniziavo a sustarmi, a innervosirmi...ho il latte, la bambina cresce bene, l'OMS dice che fino a sei mesi posso darle anche solo tetta ma che caspita vogliono questi da me (si perchè al coro si è unito anche mio moroso la persona da cui dovresti essere appoggiata nelle scelte che fai ma siccome lui ha già 3 figli ha esperienza!!!). Qui ho borbottato un po'...
    Quando ho appoggiato le labbra sulla tempia della mia bambina e ho detto "secondo me è calda!" (secondo me) li mia mamma ha detto "eh! non fare l'esagerata!" e li sono sbottata...avrò ben diritto e dovere di preoccuparmi per mia figlia no? fosse per lei la dovrei mandare in giro in maniche corte (lei dorme con la finestra apera anche di inverno e va in giro senza la canottiera, va a lavorare anche se ha la febbre...è una vera dura!!!), sembra come se preoccuparsi per un piccolo esserino è peccato che deve essere indipendente e in grado di arrangiarsi già da subito! Uffiii così il mio Natale è stato una schifezza...era meglio se stavo a casa da sola! O meglio con la mia piccolina...quando siamo io e lei tutto fila liscio...lei è serena e io anche!

    RispondiElimina
  2. Cara gioix quello che racconti risuonerà familiare a molte mamme... Le persone che circondano le neo-mamme vorrebbero aiutarle, dare loro qualche 'suggerimento' in base alla propria esperienza e spesso del tutto in buonafede. Pero' e' la LORO esperienza, 'tarata' sul proprio modo di vivere la genitorialita' e sul proprio bambino. Per fortuna tu sei una mamma che si informa, una mamma che si preoccupa del benessere della sua creatura. I primi mesi di questa avventura materna sono sempre molto delicati ma tu e solo tu troverai il modo di costruire la relazione con la tua bambina e sara' sicuramente quello più giusto per entrambe.

    RispondiElimina
  3. Marzia Fiorediluna20 dicembre 2012 10:24

    A volte ci si informa su certe cose, si crede di essere pronte e che sicuramente, siccome siamo informate, a noi qst nn accadrà... invece accade, ti scordi tutte le informazioni che avevi accumulato.. e te ne accorgi solo quando ormai il peggio è passato! Che rabbia! Penso di esserne uscita proprio ora che è poco da questa situazione.. e spero non ricapiti più! Non è giusto nemmeno tanto per me, quanto per la mia piccolina :)

    RispondiElimina
  4. Esatto Marzia, nonostante le informazioni che si hanno, lo tsunami arriva comunque e ci coglie impreparate. Ecco perché è importante parlarne e qui troverai sempre qualche altra mamma pronta ad ascoltarti :)

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no