yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Sconsigli per preparare i capezzoli all’allattamento

9 commenti
Oggi dovevo fare alcune ricerche in rete e sono finita su alcuni siti e forum, dove erano elargite delle vere perle su come preparare i capezzoli all’allattamento. Ho avuto la malaugurata idea di leggere alcune di queste assurdità che vi riporto in ordine sparso:

“l’ostetrica mi ha detto DI UTILIZZARE IL GUANTO DI CRINE”;
“l’ostetrica mi ha suggerito quindici gg prima della scadenza del termine di "allenarli" con impacchi caldi e freddi per irrobustirli”;
“massaggiare con l'olio di mandorle”;
“l’ostetrica del corso preparto mi ha consigliato un preparato galenico da acquistare presso la farmacia dell'ospedale della mia città a base di olio d'oliva e di fare un massaggio velocissimo sull'areola e "tirare" delicatamente il capezzolo per farlo spuntare fuori”;
“bisogna imparare ad afferrarli delicatamente con le dita e a tirarli fuori con dei piccoli movimenti rotatori. Questa pratica di estroflessione manuale va ripetuta spesso, negli ultimi due mesi addirittura quotidianamente”.
“I seni vanno lavati con cura, idratati e bisogna irrobustire i capezzoli con massaggi per prepararli all'allattamento. L'idratazione può essere ottenuta con prodotti specifici o con semplice olio di mandorle dolci. Alternare docce calde e fredde stimola il seno e i capezzoli, l'importante è farlo con delicatezza e senza violenza. Fare spugnature e massaggiare delicatamente con un guanto non troppo ruvido fanno bene soprattutto se dopo seguono frizioni con sostanze emollienti come il burro di Karité. Tutto questo associato a opportuni movimenti eseguiti con la punta delle dita, facendo dei cerchi che partono dalla base verso il capezzolo che va stirato leggermente, ne favorisce l’estroflessione”.
“Per preparare adeguatamente i capezzoli all’allattamento è consigliabile massaggiarli prima con un asciugamano asciutto e, più avanti, con un guanto di crine. È importante mantenere ben pulita l’areola mammaria, per impedire l’eventuale ingresso di germi patogeni”.
“Per facilitare la rottura delle aderenze alla base del capezzolo, dopo aver appoggiato i pollici alla base dell’areola, stirarla prima orizzontalmente e poi verticalmente”.

Mi sono davvero chiesta come mai di tantissime informazioni che si potrebbero dare alle mamme sull’allattamento si sposta invece l’attenzione su una cosa del tutto inutile.
La pelle del seno non ha bisogno di irrobustirsi, eventualmente di diventare più elastica cosa che succederà durante l’allattamento, pertanto il capezzolo non deve essere preparato né allenato.
Inoltre il capezzolo non ha bisogno di essere pulito o disinfettato poiché la sua struttura è composta anche da alcune ghiandole dette i tubercoli di Montgomery, che sono quei bozzetti rilevati che circondano il margine dell’areola e ben visibili in allattamento, che secernono una sostanza emolliente e ricca di fattori antibatterici.
E non dimentichiamo che sia il colostro sia il latte maturo hanno enormi proprietà antiinfettive.
Lasciamo che il seno si prepari da solo durante la gravidanza e prestiamo attenzione anche dopo limitando e ancora meglio evitando l’uso di creme e lozioni sul capezzolo: l’unica vera prevenzione a ragadi o dolori è un attacco corretto al seno del bambino.
Quindi la vera preparazione da fare è quella d’informarsi per partire serenamente ed evitare i piccoli problemi che possono insorgere all’inizio, come ragadi o ingorghi.

Georgia, IBCLC - Doula

Potete trovare aiuto e informazioni sull’allattamento:

http://www.aicpam.org/

http://www.lllitalia.org/

http://mamionlus.wordpress.com/


Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

9 commenti

  1. a me sull'allattamento avevano detto che partorendo con cesareo non avrei avuto latte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ! Io parto cesareo e ho allattato per 10 mesi ...! 

      Elimina
  2. A me avevano consigliato il guanto di crine...dopo aver provato una volta ho detto...ma che sono pazza! Ho lanciato il guanto di crine e mi sono goduta la doccia!!!

    RispondiElimina
  3. da nn crederci -.-'' a me ancora nn hanno detto niente! ma ,meno male!!!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Oh grazie... ne leggo di tutti i colori!
    Aspetto di leggere qualche consiglio naturale su come favorire un attaccamento corretto.

    Per quanto riguarda il rischio di ingorghi ecc., è utile usare il tiralatte con costanza?

    RispondiElimina
  6. la fesseria del guanto di crine l'avevano detta anche a me... ovviamente mi sono rifiutata!
    sul tiralatte non saprei: dipende se avrai lunghi periodi di distanza dal bimbo, immagino. Io, essendo stata vicino alla bimba per quasi tutto il periodo dell'allattamento non ho avuto bisogno di tirarlo quasi mai.

    RispondiElimina
  7. Confermo tutto quanto! Io non ho "preparato" in nessun modo il seno e non ho nemmeno delle medicine omoeopatiche per favorire l'arrivo del latte come mi aveva consigliato l'ostetrica. Risultato? Il secondo giorno dalla nascita della mia bimba ho avuto la montata lattea! E poi allattamento esclusivo fino ai 6 mesi compiuti e poi fino ad un anno! La mia bimba non ha mai assaggiato il latte in polvere! Ho VOLUTO allattare e non mi sono fermata neanche davanti a chi mi diceva che la bimba piangeva perchè aveva fame (e diceva quindi che non avevo latte) ma io ho insistito: più si allatta, più arriva latte!!! Ed ora aspetto il secondo bimbo e non vedo l'ora di allattare: è il dono più dolce e stupendo dato a noi donne!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno!

    Sono un'ostetrica libera professionista, anche io ho sentito parlare di tutti questi rimedi (che sono più simili a torture cinesi)! in realtà spesso sono le mamme a dirmi "ho sentito che il guanto di crine..." e io puntualmente faccio al stessa faccia O.o GUANTO DI CRINE?!
    purtroppo troppo spesso ancora oggi vengono dati dei consigli davvero inappropriati e per niente utili...
    il capezzolo non si prepara, ci penserà il piccolo!

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no