mercoledì 1 febbraio 2012

Arredi: cosa serve davvero al neonato

Vorrei spendere due parole sugli arredi veramente necessari ad un bimbo in arrivo, o ai suoi primi mesi di vita. Perché spesso le mamme si perdono nella vastissima scelta che c’è sul mercato,  pensando che sia tutto necessario e fondamentale; invece non c’è bisogno di molto: il neonato sta dove lo metti (in genere, o almeno per i primissimi tempi!).

Tante volte le neomamme iniziano a pensare alla cameretta del bambino ancora prima della nascita. Per organizzarsi, per prepararsi psicologicamente, per sentirsi a proprio agio in un ambiente pronto ad accogliere una nuova vita. Per avere, anche, tutte le comodità a disposizione nel momento del bisogno. O forse, soltanto, per “sentirsi preparate”.

Certamente alcuni spazi vanno organizzati, per non trovarsi con l’acqua alla gola ed un neonato senza istruzioni per l’uso tra le mani. Ad esempio, è importante organizzare bene lo spazio assegnato al fasciatoio, se non volete trovarvi con un pannolino sporco in mano che non sapete dove buttare mentre l’altra è occupata a trattenere sollevate le gambette ed il sederino (sporco, ovviamente) del vostro piccolo. E’ una scena che personalmente conosco molto bene: “Amoreeeeeeeee!!!!!!!!????? Mi porti il sacchetto della spazzatura e quello dei pannoliniiiiiii???????? Veloceeeeeeeeeee, per favoreeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!”

Allora, vediamo cosa è veramente necessario e cosa si può rinviare a quando il bimbo è più grandicello (e a quando avremo le idee un po’ più chiare su quali siano le sue reali necessità):

1.    Il fasciatoio

Immagine presa qui
Non starò qui a suggerirvi di prendere quei costosissimi ed ingombrantissimi mobili fasciatoio dal design super-moderno ed iper-accessoriato, perché molto spesso, basta un semplice materassino (meglio se con i bordi stondati e anti-caduta) posto su un ripiano in bagno, o in camera, e possibilmente rivestito di una federa in cotone al 100% lavabile. L’importante è avere tutto  a portata di mano: spazzatura, fazzolettini imbevuti o cotone bagnato con acqua, ricambio di pannolini (lavabili od usa e getta, a seconda delle preferenze), un asciugamano, crema allo zinco per il sederino.
Personalmente ho sempre utilizzato il materassino (prima su un ripiano organizzato in bagno, poi in camera della cucciola), con accanto un contenitore organizzato a scomparti su cui riponevo tutto il necessario. Tenete presente che il ripiano dove riporre il materassino, che sia in bagno o in un’altra stanza,  dovrà avere almeno dimensioni  60x80 cm.
Ciò non toglie che se volete siete liberissime di prendere un moderno mobile fasciatoio con cassetti e cestino incorporati.


2.    La culla
    La culla-sdraietta di Stokke, il modern sistema Bounce’ n’ Sleep

Ho già parlato qui della mia preferenza assoluta per le culle da affiancare al lettone (le bedside cots).
Ma le culle possono essere di tanti altri tipi: quelle tradizionali fisse, quelle con struttura dondolante da terra, o quelle basculanti sospese.
Le tendenze del design contemporaneo sono poi quelle di mischiare le funzioni giorno-notte per offrire prodotti sempre più versatili. E’ il caso del sistema Bounce’n’Sleep di Stokke, o della culla Cradle di Leander. Sono però oggetti piuttosto cari, che in genere passano presto di misura.
Anche la culla, in realtà, è un oggetto superfluo: il neonato, fino a due/tre mesi sta benissimo anche nella carrozzina. Così ho fatto io, spinta dalla necessità di migrare tra casa di mia madre, casa del mare e la nostra casetta di Londra. Certo, la comodità di avere una bedside cot è tutta un’altra storia….. Sul mio blog trovate alcuni modelli sul mercato con relativo commento “tecnico”.



















                                                     La culla sospesa Cradle di Leander


Dopo la culla viene il lettino, e quello sì che è davvero fondamentale. Ma di questo parlerò prossimamente.

3.    Un piccolo armadio, o una cassettiera
Fondamentali per riporre i vestitini e gli effetti personali del neonato. Meglio se, come tutti i mobili per bambini, ha gli angoli stondati.

4.    Un tappeto morbido
Per far giocare il bambino in tutta tranquillità, soprattutto nel periodo del “tummy time” (il gioco sulla pancia, che sviluppa i suoi muscoletti e la sua capacità di coordinamento), che va circa dai 4 agli 8 mesi, è importante offrirgli una superficie morbida e priva di frange (o di peli che possono staccarsi e che può ingoiare), da fissare in terra con appositi ferma-tappeto (se si muove, specialmente quando il bambino inizia a tirarsi su  in piedi da solo, può scivolare).

5.    Una lucina soffusa
Un piccolo punto luce, dalla tonalità calda, che permetta a voi mamme di poter supervisionare il piccolo senza accendere la luce della stanza, che abbiate deciso di sistemare l’angolo neonato in camera vostra o meno.

6.    Carrozzina, seggiolino auto, passeggino
Ottimi i sistemi integrati, che consentono di affrontare con una spesa ridotta le necessità complete di movimento di genitori e neonato.

7.    Fascia porta-bebè, o mei-tai, o marsupio
Immagine tratta liberamente da Google
La fascia porta-bebè è uno dei più tradizionali metodi per portare il piccolo in libertà.

Non è assolutamente fondamentale, ma da mamma posso dirvi che è molto, molto utile. Vi permette di fare i lavori di casa e muovervi autonomamente anche con il bebè attaccato a voi. Ed oltretutto sembra che il contatto con la mamma favorisca l’equilibrato sviluppo emotivo del piccolo.

8.    Apparecchio ionizzatore/deumidificatore
Anche questo non è fondamentale, ma se volete mantenere un ambiente salubre nella stanza dove dorme il bambino, che può essere soggetto ad allergie e raffreddori sono sicuramente molto utili. Il primo serve a depurare l’aria. Il secondo può essere di refrigerio nelle giornate afose.

9.    Un termoigrometro
Per monitorare la temperature e l’umidità della stanza.
Potete trovare importanti informazioni sul comfort nella camera del bambino sul mio blog, in questo articolo.
Quanto agli altri arredi che vengono generalmente suggeriti per il bebè  (girello, box, ecc.) sono tutti retaggio di una vecchia scuola di pensiero, nati più che altro per agevolare i genitori piuttosto che i piccoli. Il girello è assolutamente sconsigliato dai pediatri perché incide negativamente sullo sviluppo psicomotorio del bambino, interferendo sulla capacità di mantenere e recuperare l’equilibrio, sulla consapevolezza dei propri limiti e delle proprie reali competenze motorie. Il box limita troppo la libertà di movimento del piccolo esploratore, secondo i canoni montessoriani, ed anche, di conseguenza, le sue capacità di sviluppo motorio (soprattutto quando inizia a gattonare). Evitateli, dunque. Oppure ricorrete a quei cancelletti per delimitare l’area di gioco del piccolo che vanno tanto nei paesi del Nord Europa.

Spero che questo post vi sia stato almeno  un pochino utile!

Architetto Dalia

14 commenti:

Cado dalle nuvole e ti ritrovo qui...bellissimo post!!!Un bacio

Secondo me, alcune cose che hai elencato sono superflue.
La culla non è necessaria: basta mettere un paio di cuscini nel lettino e questo si trasforma magicamente in un morbido e accogliente "nido".
Apparecchio ionizzatore/deumidificatore e termoigrometro mai usati. Il primo forse può servire in città, ma non dove l'aria è ancora respirabile.

Davvero utile questo articolo! La fascia e' una cosa stupenda (anche se deov ancora far pratica su come metterci dentro la bambina..), e la lucina in camera e' davvero utile, non ci avevop pensato finche' non siamo tornate dall'ospedale. Condivido anche le considerazioni sul fasciatoio: no serve prendere mobili designer super costosi, basta un cuscinetto con una cerata sopra :-) Grazie Dalia!

Allora lo dedico a te, questo post! :) Baci

E a tutte le neo-mamme, dai!

Quella del box e del girello nn la sapevo..
La culla noi la saltiamo..passiamo direttam al lettino e sì magari dovrò pensare di mettere qc oltre ai paracolpi (ma quelle caramelle o salamini nn mi convincono)
La luce è necessaria anche se dorme in camera con noi?
Tanto lo so che passerò la notte con la testa dentro il lettino per sentire se respira ;-)
Il deumidificatore sì pensavo fosse utile anche per me stessa.. Soprattutto quando saremo lì, vero?

Vero Alessia, qui e' molto umido, pero' dipende da dove abiti.... In casa mia c'e' aria piuttosto secca, soprattutto in inverno, e al contrario ho bisogno dell'umidificatore (o lo ionizzatore direttamente, che e' piu' indicato perche' depura anche oltre ad umidificare!). Anche io sono passata al lettino direttamente, pero' i cuscini non sono indicati a causa del rischio di soffocamento.... neanche i salamini mi convincono. Provvederei invece ad un piccolo peluche adatto ai neonati da mettergli accanto, cosi' ha il tempo di affezionarcisi e nello stesso tempo funge da "riempimento". Anche i paracolpi sono stati recentemente sconsigliati dall'American Academy of Pediatrics (AAP) perche' sembra che abbiano legami con alcuni casi di SIDS (la morte in culla); leggi, se vuoi, al proposito l'interessante articolo di Aprovadimamma ("Gli USA dicono addio al paracolpi nel lettino), alla sezione nanna: http://www.aprovadimamma.net/

Mmmh li ho appena compratii!! Lo so l'avevo sentita qs cosa e ora ho letto anche l'articolo di cui parli. Ma forse è un'esagerazione... E già che a quella sindrome ci penso da mesi :-( Ma poi appena nati nn si dice che nn si muovono? Li toglierò quando avrà qualche mese.. Dici che è meglio un bernoccolo eh? ;-)

Beh, a "quella sindrome" ci pensiamo tutte noi fin dall'inizio, ma non e' che sia poi cosi' comune....! Ci sono solo piu' probabilita' in quel caso invece che in quell'altro, ma sta a te scegliere. E' importante secondo me seguire le indicazioni anti-sids, anche se farlo alla lettera e' un po' impossibile! Pensa che io avevo il terrore di soffocare la mia cucciola quando mi addormentavo con lei appena nata tra le braccia (ma e' durato parecchi ma parecchi mesi...!), o che lui la schiacciasse senza volere.... infatti la tenevo sempre dalla parte opposta!.... per questo penso siano tanto utili le bedside cots! Anche un bernoccolo, comunque, e' difficile che se lo facciano appena nati! Semmai dopo, li' si che te ne aspettano taaaaanti! Baci

Mi è stato utilissimo e, sinceramente, mi ha anche rincuorata... perché si tratta della nostra dotazione di base (eccetto la culla). Quindi non abbiamo scelto male :-)

Per quanto riguarda il lettino, cosa ne pensi di quelle culle tipo "piccoletto" prénatal?

Sono contenta per voi, Nora!
Il "Piccoletto" di Prenatal puo' essere un'ottima soluzione, sicuramente migliore dei cuscini e dei salamini all'interno del lettino.... Tieni presente, pero', che dovrai procurarti in partenza anche il lettino, perche' mi pare che il "Piccoletto" possa essere montato solo su lettino!
Personalmente rimango un'affezionata della bedside cot pero'.....
Ma va benissimo, se vuoi procurarti gia' il lettino! Sembra che sia basculante, quindi il movimento dovrebbe simulare quello di una culla. Auguri di cuore!

io ho usato il carrozzino per i primi mesi e sono stata felicissima di aver speso i soldi per una cosa che ho sfruttato pienamente e credo di farci anche il terzo mese.

ottimi sugerrimenti , che dire...davvero GRAZIE

Posta un commento

Ti va di parlarne?