yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Istantanee perfette

3 commenti
Siete in dolce attesa o siete appena rientrate dall’ospedale. In ogni caso vi trovate, forse, in un vortice emotivo che a volte vi culla altre volte vi spaventa. 

Fermatevi. Fate un bel respiro. 

Nei momenti ‘no’ quelli in cui non sopportate nessuno, in cui siete stanche, avreste voglia di scappare, di prendere la porta e andare a fare un giro, quando la nausea o i piedi gonfi vi danno il tormento oppure quando non sopportate più il pianto come sottofondo musicale: fermatevi.
Basta un istante per riprendere contatto con la parte saggia di noi.

Vi racconto come fare distinguendo due fasi.
  • Se siete ancora in stato interessante.
    Ogni futura mamma conserva alcuni piccoli fotogrammi nella memoria che sono fatti di immagini ed emozioni belle. Sono diverse per ognuna di noi ed è giusto che anche tu trovi la tua istantanea perfetta alla quale ancorarti. Ci sono mamme che ritrovano la dolcezza e la calma ripensando al momento in cui hanno visto le due righe del test positivo e il sorriso sorge spontaneo. Altre invece amano pensare al momento in cui hanno comprato il primo vestitino o hanno fatto la prima eco. Altre ancora ripensano a quando hanno saputo il sesso. Potete collezionare istantanee perfette a cui ancorarvi quando state per scoppiare. Basta davvero un attimo. Basta fermarsi e richiamare alla mente un’immagine e sarà più facile ritrovare le emozioni legate ad essa. 
     
  •  Se siete già mamme.
    Che siate appena rientrate dall’ospedale o abbiate i bimbi un po’ più grandi potete sfruttare la tecnica dell’ancoraggio alle istantanee perfette in questo modo. Come sopra, vi do solo qualche suggerimento per pensare ad alcuni momenti che forse ricordate con facilità ma sappiate che è fondamentale cercare la vostra istantanea perfetta fatta di immagine e gioia, amore, dolcezza.
    Ricordate il primo abbraccio subito dopo il parto? Il primo sguardo? Ricordate la prima volta che avete allattato sentendovi mamme oppure la prima uscita a piedi o quando vi si addormenta in braccio.

In entrambi i casi è importante esercitarsi un po’. All’inizio ritrovare la calma richiede qualche istante, a volte pochi minuti ma abbiate pazienza. Abituare la mente e le emozioni a seguire i vostri input vi aiuterà a non perdere il controllo perché questo esercizio, se fatto diverse volte al giorno, vi aiuta a mantenere il contatto con ciò che vivete e a calarvi nel vostro nuovo ruolo. Diventerà automatico per voi centrarvi e ancorarvi sui pensieri positivi.
Richiamare immagini d’amore aiuta anche l’allattamento perché interviene sulle dinamiche ormonali che favoriscono la sensazione di pace e tranquillità che stimolano prolattina e ossitocina.

Formatrice Olistica Silvia


Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

3 commenti

  1. Bello, da ricordare anche quando i bambini crescono! Grazie

    RispondiElimina
  2. Bel consiglio! Cercherò di metterlo in pratica

    RispondiElimina
  3. Bella l'idea dell'istantanea perfetta per tirarsi su. In effetti, devo ammettere che e' stato proprio quello che mi e' venuto naturale nei primi mesi di vita della mia bambina.... e che mi ha fatto tanto bene all'umore!

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no