yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Recensione: La mia piccola pulce - di Nathalie Jomard

3 commenti
Sono a segnalare a tutte le neomamme (o a chi vuole far loro un gradito regalo) il libro “La mia piccola pulce – Storie di un’apprendista mamma”, di Nathalie Jomard, edito da Sperling e Kupfer, che racconta con divertenti vignette e senza luoghi comuni e mielosi lo straordinario viaggio della maternità, dalla gravidanza (quando la pulce è ancora invisibile) fino ai momenti in cui la pulce si lancia verso la sua autonomia.

L’autrice, mamma-illustratrice di indiscutibile simpatia, segno cancro “ascendente cioccolata”, descrive con disegni a colori eloquenti e ben realizzati le ansie, le preoccupazioni, le manie delle neomamme, tratteggiando con delicatezza paure e situazioni tipo in cui incappano i piccoli: mangiare le crocchette del gatto (anch’esso scosso dall’arrivo pulcesco),  l’ingresso al nido, lo spazzolarsi per la prima volta i denti (con la spazzola del wc) e via di seguito...
In compagnia di mamma, pulce, papà Carlo, gatto Bombo e altri attori non protagonisti, vivrete un esilarante viaggio che saprà divertirvi, rasserenarvi e tranquillizzarvi sul fatto che ogni mamma, seppure faccia il suo percorso personale ed unico, vive le stesse tappe che altre mamme hanno già affrontato, ironizzato e.. a cui sono sopravvissute.

Buon divertimento!

Assistente alla Maternità Barbara
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

3 commenti

  1. deve essere proprio un bell libricino....lo devo aggiungere alla mia raccolta.
    qual'è la casa editrice che lo pubblica?

    RispondiElimina
  2. Ciao Mo-mò! E' edito da Sperling e Kupfer. Buona lettura! ; )

    RispondiElimina
  3. Sì, è davvero carino. Fammi sapere poi se ti è piaciuto!!!

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no