yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Respirazione e rilassamento

2 commenti
Una delle prime cose che si pensa relativamente al parto è l’importanza della respirazione. Se state leggendo l’articolo sedute a un tavolo su cui poggia il pc, fermatevi un attimo a sentire quali zone usate per respirare. Il respiro è poco profondo, si ferma nella parte alta del torace ed è probabile che abbiate la schiena leggermente incurvata. 
Ora raddrizzate le spalle e la schiena, inspirate ed espirate senza forzare e noterete che il respiro è cambiato. Pensate che la nostra respirazione è influenzata, favorita o ostacolata da tutto, anche delle mani. Se guardate le foto di chi pratica yoga o meditazione avrete notato che le mani e le dita hanno posizioni particolari. Si chiamano mudra e servono per incanalare e far fluire l’energia in modo naturale.

Nel rilassamento e nella meditazione si usa la respirazione circolare. Leggete tutto l’articolo prima di fare l’esercizio perché ci sono note importanti che dovete leggere prima di procedere.
Primi mesi di gravidanza: fate l’esercizio che segue stando sdraiate perché vi sarà più facile capire come respirare senza forzare. Se avete problemi di nausea non esagerate perché andiamo a lavorare sul diaframma. L’esercizio vi sarà utile per rilassare la zona dello stomaco quando siete tese.
Ultimo trimestre, respirate tranquillamente senza sollecitare il diaframma se non avete mai fatto esercizio prima perché rischiereste di stancarvi solamente. Per chi soffre di allergia o raffreddore (non forzate perché può dare iper o ipoventilazione con conseguenti capogiri).
Sedetevi o sdraiatevi comode, con schiena e spalle dritte (compatibilmente con la vostra situazione fisica) e appoggiate una mano sul centro dell’addome e l’altra al centro dei seni, vicino al cuore.
Tenete la bocca leggermente socchiusa, la punta della lingua appoggiata alla parte posteriore dei denti superiori. Lo so, all’inizio sarà una forzatura ma vedrete che con la pratica troverete la giusta dimensione rispetto a questo. Provate a respirare così solo per due o tre volte all’inizio perché dovete prendere confidenza con il vostro corpo.
Ispirate in modo che si alzi prima la mano sull’addome poi quella sul torace ed espirate lasciando che l’aria esca dalla bocca sgonfiando prima l’addome e poi il torace. Visualizzate l’aria che entra dal naso e scende fino all’addome e porta ossigeno, rigenera, porta nuova energia a tutto gli organi interni, culla il vostro bambino se siete gravide, riempie i polmoni, rinfresca la gola. Lasciate andare insieme al respiro anche la stanchezza, la nausea, la tensione, la noia, i pensieri e  le preoccupazioni. Respirate e rilassatevi.

Formatrice Olistica Silvia
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

2 commenti

  1. Tutto spiegato molto bene!
    Ho fatto un po' di yoga e capisco perfettamente di cosa parli! :D

    RispondiElimina
  2. Perfetto, anche nello yoga si usa la respirazione circolare. :-)
    E' la base per molte discipline e per la visualizzazione è indispensabile. ^_^

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no