yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Cambiare umore con la legge di attrazione (LOA)

5 commenti
Siete in stato interessante e vi vedete enormi, tonde, sformate, non vi sta bene nulla e trovate solo orribili maglie con fiori e fiocchi che nulla hanno a che fare con il vostro stile. La LOA (legge di attrazione) spiega come il pensare e restare focalizzati costantemente su un pensiero, una sensazione, un’emozione, un oggetto, lo attiri a noi. E’ semplice no? Attiriamo l’oggetto dei nostri pensieri e delle emozioni. Questo però vale sia in positivo sia in negativo.
Ho scritto ‘attiriamo l’oggetto…’ : significa che la LOA non fa differenza tra ciò che vogliamo o quello che temiamo come la peste.
Se ci vediamo brutte, sgraziate, se ci sentiamo poco desiderabili peggioreremo la nostra situazione mentale. La stessa cosa vale dopo il parto: saremo stanche, il calo degli ormoni farà cadere qualche capello in più, avremo a che fare con un corpo che torna delle sue normali dimensioni e ci troveremo alle prese con un guardaroba che magari non sentiamo più ‘giusto’ per noi e l’umore può essere sotto terra.
Mettetevi davanti allo specchio e ridete. Non sto scherzando! Forzate una risata e sentitevi un po’ sciocche, se serve, ma guardatevi mentre ridete. Se di solito vi truccavate, fatelo. Date colore al vostro viso, cambiate taglio di capelli. Cosa vi dà la sensazione di stare bene ed essere in salute e bella? Una doccia tonificante, dell’olio con le essenze profumate o lo smalto sulle unghie. Distogliete la mente dal pensiero fisso e spostate l’attenzione su ciò che è bello. Deve essere un esercizio costante, un allenamento al benessere.
Nel post parto guardate come è cambiata la vostra vita. Lo so, viene facile pensare a quello che non si ha, alle notti in bianco, alle coliche ecc. Quando l’umore gira storto chiamare pensieri positivi non è facile. 

Ricordate l’articolo sulle istantanee perfette? 

Rimettetevi in carreggiata sfruttando quell’esercizio e spostate il focus sul lato positivo della vostra situazione. In gravidanza avevo la pressione così bassa da non poter uscire da sola e al quinto mese ero con pasticche e flebo di ferro e le caviglie da zampone senza lenticchie. Ma non mi concentravo su queste cose! Ero focalizzata sui capelli, sulla pelle del viso meravigliosa, sul tono elastico delle gambe, sul seno che cresceva e finalmente si vedeva! Il resto fa parte del pacchetto viaggio maternità ma possiamo cambiarlo e vivere questa esperienza da sogno.
Siamo noi la bacchetta magica!

Formatrice Olistica Silvia


 Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

5 commenti

  1. non sono in gravidanza ma questo articolo mi è servito ugualmente...grazie!

    RispondiElimina
  2. Quanto sono vere queste parole! Grazie...arrivano proprio in un momento opportuno :-)

    RispondiElimina
  3. Grazie a voi del feedback! :o) Silvia

    RispondiElimina
  4. Un'amica mia veva parlato tempo fa della LOA, ma sono stata troppo pigra per approfondire....mi sa che ora mi dai lo stimolo giusto! La mia domanda e': come fermare i pensieri brutti, o la stanchezza, o le paure o quello che non vorremmo?

    RispondiElimina
  5. Le paure, i pensieri e la stanchezza sono spesso frutto di una mente iperattiva e incontrollata. Se ci fai caso si ha la sensazione di essere un disco rotto, si torna sempre sulle stesse cose, si canta la stessa canzone, si ripetono le stesse cose.
    Si può spostare il focus ossia trovare dei pensieri positivi ai quali ancorarsi (come suggerito nell'articolo) e ogni volta che arriva un pensiero brutto si sfratta con uno positivo.
    Oppure molto carino è l'esercizio dei palloncini: quando hai un pensiero brutto visualizzati mentre lo scrivi su un pezzo di carta e legalo mentalmente a un palloncino che poi lasci volare via...o ancora puoi pensare di affidare i tuoi pensieri e la tua stanchezza a un dolce torrente di montagna che porta via i tuoi biglietti, le emozioni negative, le paure, la stanchezza.
    A volte basta affidarsi alla corrente. ;o)

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no