yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Montessori: Esercizi di vita pratica

6 commenti

Oggi parliamo di una serie di attività del metodo montessoriano che è facilmente riproducibile nelle nostre case: gli esercizi di vita pratica. Il bambino, dai 2 ai 5 anni, è estremamente interessato a tutto ciò che è movimento e azione. L’ambiente occupa un posto di primo piano nella metodologia montessoriana poiché lo sviluppo di una buona coordinazione dei movimenti passa attraverso l’attività e l’esercizio. È proprio alla cura di sé e dell’ambiente che il bimbo ama dedicarsi ed è per questo fondamentale che siano presenti oggetti adatti per le dimensioni,  con forme semplici e facilmente utilizzabili. 

‘Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa’: ogni oggetto, oltre ad essere bello esteticamente, dovrà essere alla sua portata e sempre allo stesso posto. 

Sarà cura dell’insegnante, nella Casa dei Bambini, preparare anticipatamente lo spazio con vassoi e materiale di uso comune. Proprio perché non è importante solo che il bimbo ‘agisca’ ma che apprenda il modo corretto di compiere le azioni, il ruolo della maestra è fondamentale per l’apprendimento della corretta esecuzione dei movimenti. Questi esercizi hanno la funzione di sviluppare la concentrazione e la memorizzazione della giusta sequenza dei movimenti necessari per svolgere correttamente l’esercizio: in questo senso  l’educazione al movimento è  educazione dell’intelligenza.

Tra i vari esercizi di vita pratica troviamo i vassoi del tagliare, incollare, travasare, ritagliare, infilare, avvitare.  Come mai si utilizzano i vassoi? Perché avere uno spazio circoscritto per svolgere l’esercizio facilita la concentrazione. Inoltre, per il bambino, è più facile avere a disposizione tutto il materiale necessario per svolgere correttamente i movimenti  e riuscire senza sforzo a rimettere alla fine tutto a posto. Ad esempio, nel vassoio dei travasi, troveremo non solo le due brocche con il materiale da travasare (fagioli, pasta o semplicemente acqua) ma anche una piccola spugna per asciugare eventuali gocce cadute sul tavolo.
Per i bambini più piccoli saranno esercizi individuali e per i più grandi sarà possibile anche svolgerli in piccoli gruppi. 

Rientrano in questa tipologia di attività anche apparecchiare, lavare, piegare, trasportare, stirare: tutti esercizi che facciamo quotidianamente a casa ma da cui spesso, per mancanza di tempo, escludiamo i nostri figli. Coinvolgendoli invece nella preparazione della tavola per la cena o facendoci aiutare con le mollette dei panni da stendere, non solo li vedremo entusiasti di ‘darci una mano’ ma regaleremo loro l’opportunità di educare i loro movimenti e, di riflesso, la loro personalità in via di sviluppo.


Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

6 commenti

  1. Molto bello quest'articolo, che ci riporta a ripensare le attività da fare coi bambini. spesso pensiamo che abbiano bisogno di chissà cosa per divertirsi, da soli o con gli altri, e invece preferiscono uno scolapasta a un gioco da 200 euro...un ottimo spunto per rivedere il tutto, e iniziare a coinvolgerli nelle semplici attività quotidiane, che possono essere per loro fonte di apprendimento e divertimento, oltre che nuova opportunità di relazione con gli altri.

    RispondiElimina
  2. anche io cerco sempre di coinvolgere le Princy nei lavoretti di casa...oltre a preparare il tavolo ( ovviamente sistemano solo forchette cucchiai bicchieri e tovaglioli...anche perchè ci mettono una vita!!!)chiedo il loro aiuto anche per caricare la lavastoviglie...e sotto la mia sorveglianza mettono anche la pastiglia per il lavaggio!!...chissà se durerà anche durante la pre e l'adolescenza!!!:@

    RispondiElimina
  3. Cerchiamo di farlo e di mettere tutto alla loro portata, loro si divertono, è bello sapere che è anche utile!

    RispondiElimina
  4. @Assistente alla Maternità: esatto, spesso confondiamo il valore economico delle cose con il valore educativo. E quasi sempre le due cose non coincidono. Grazie per il tuo commento!

    @stellegemelle: io penso che tu stia facendo loro un grosso regalo, non solo per il momento presente ma soprattutto per il futuro. L'esempio che offri loro oggi diventerà una competenza acquisita che utilizzeranno nelle relazioni future, magari quando le Princy diventeranno mamme! Un abbraccio

    @Federica: mettere tutto alla loro portata e lasciarli liberi di svolgere in autonomia le varie attività è il più grande dono che potete fargli! Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. splendida l'idea della spugnetta per limitare i danni del gioco dei travasi. da provare subito!
    grazie

    RispondiElimina
  6. @mammacomeposso: grazie a te per il commento! : )

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no