yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Musica in gravidanza

2 commenti

Amo la musica profondamente ma non sono una musicoterapeuta. In gravidanza avevo notato che se ascoltavo un certo tipo di musica, il bambino si agitava e fui felice ditrovare conferma di questa sensazione in diversi testi più o meno specifici.
Non parlo di musica rock o con troppe battute al minuto, che è generalmente sconsigliata durante i nove mesi, ma di alcuni generi musicali anche soft (o a basso impatto) che sembrava non gradire.
La letteratura sul tema ha stilato una serie di elenchi di musica consigliata, soprattutto classica, che ha effetti benefici sullo sviluppo psicofisico del bambino e aiuta il rilassamento nella gestante. Numerosi sono gli studi sull’effetto Mozart anche per la crescita della piante e addirittura per la produzione del latte vaccino.
Posto che non siamo mucche e neppure piante, la prima cosa che consiglio di fare in gravidanza è di ascoltare musica che è gradita in primis, alla mamma. Sottoporsi a sedute di ascolto di musica classica che ci annoia o ci innervosisce non ha senso.

Come regolarsi?
 
Provate ad ascoltare alcuni brani dei vostri cantanti preferiti, sia in italiano sia in altre lingue, e ascoltate la reazione del bambino. Può essere che si calmi, magari si mette nella sua posizione preferita per dormire o, al contrario, inizierà a scalciare facendovi capire chiaramente che forse dovete cambiare genere.
Scegliete le canzoni che più vi aiutano a rilassarvi, quelle che magari cantate con più facilità e create la vostra compilation da ascoltare almeno un paio di volte a settimana. Se volete un consiglio non fate cd troppo lunghi: dovete riuscire a ritagliarvi almeno mezz’ora di tempo per ascoltarlo e se avete altri bambini dovrete conciliare l’ascolto con il resto delle faccende.
Per le vostre sedute, sedetevi e rilassatevi in un ambiente che sia accogliente e senza interruzioni come telefono, persone, animali che possono interrompervi con mille richieste.

Perché è importante?
 
Oltre a favorire il vostro rilassamento, il bambino imparerà a riconoscere la melodia, svilupperà un approccio alla musicalità e soprattutto vi sarà utile quando sarà nato: il cd infatti lo aiuterà a rivivere, attraverso la musica, le sensazioni di protezione e benessere della gravidanza con un effetto calmante specie nei primi mesi di vita. Usate il cd durante il massaggio infantile per prevenire le coliche, oppure per favorire il sonno.
Mettetevi in ascolto della musica, dell’effetto che ha su di voi e sul bambino e lasciatevi guidare dall’intuito per la scelta dei titoli. Anche questa sarà una prima forma di comunicazione tra il bambino, voi e il mondo esterno. Ricordatevi di portarlo con voi al momento del parto. Vi aiuterà ad affrontare il travaglio e a trasmettere serenità al nascituro.



Biblografia:
Le coccole dei nove mesi - Thomas Verny & Pamela Weintraub – Bonomi editore
Conoscere il carattere del bambino prima che nasca – Gino Soldera – Bonomi Editore
I nove scalini – Daniel Meurois – Amrita Edizioni

Immagine presa qui 
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

2 commenti

  1. mi permetto di aggiungere qualcosa. posso?
    se davvero volete aiutare il piccolo a sviluppare e comprendere il linguaggio musicale non fermatevi esclusivamente al vostro cantante preferito o ad un solo genere. siate aperte verso tutti i generi di musica, ascoltate il jazz o la classica, la musica popolare o di altre zone del mondo. non scegliete solo in base ai vostri gusti, lasciate predominare quelli ma ritagliatevi anche solo un minuto di ascolto per arricchire sia il vostro bagaglio musicale che quello dei vostri piccoli in arrivo. siamo noi adulti che abbiamo ormai posto infiniti paletti loro invece sono e saranno curiosi verso tutte le esperienze che li proponiamo. e allora che siano più ricche e varie possibile.

    RispondiElimina
  2. Si si, hai fatto bene a precisare. Mio figlio ascolta la musica country e ama un genere particolare ma del resto noi ascoltiamo di tutto. Ho dato per scontato, sbagliando, che anche gli altri lo facciano. Grazie della precisazione. :o)

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no