yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Svuotare per riempire: dal vuoto fertile all’energia e alla creatività

2 commenti
È stata una frase della nostra Silvia a colpirmi, qualche tempo fa durante una delle nostre discussioni-deliri-fiume di redazione. Era qualcosa tipo “non dobbiamo aggiungere ma togliere”. Mi si è appiccicata addosso e per qualche giorno non sono riuscita bene a capire perché, poi ho collegato.

Me la porto dietro perché è un po’ quello che in questi giorni di ripresa dell’anno lavorativo sto cercando più o meno consapevolmente di fare (è inutile che ce la raccontiamo, il vero capodanno, soprattutto per le mamme, è settembre, non gennaio!).

Me la porto dietro perché è da qualche giorno che mi arrovello intorno ad alcune attività che non vorrei fare ma che fino ad ora ho fatto perché, ahimè, remunerative.

E me la porto dietro perché, in fondo in fondo, in me c’è sempre quella vocina che mi ripete che per riempire e arricchire bisogna prima fare spazio. Creare il vuoto. Quel vuoto fertile, tanto caro a Fritz Perls, preludio indispensabile al progredire dell’esperienza e all’atto creativo. E cosa c’è di più creativo del mettere al mondo un bimbo?

Certo, il vuoto a cui mi riferisco non è il vuoto della solitudine, dell’angoscia, della paura, ma un vuoto sano, scaturito dall’essersi liberate da tutto ciò che può essere superfluo da un punto di vista materiale, innanzitutto, ma anche emotivo e, perché no?, professionale.

E allora, se state aspettando un bimbo, ma anche se state iniziando con i vostri figli un nuovo anno scolastico o se siete in procinto di riprendere il lavoro, provate a chiedervi: sto conservando e inseguendo risorse utili o sto accumulando scatoloni polverosi in una soffitta ormai strapiena? Non sarà forse più utile fare un po’ di spazio e permettere al nuovo di entrare e respirare?

Ecco, forse nell’ottica delle #10cose da mettere in cantiere per quest’autunno c’è proprio questo: fare spazio per permettere a ciò che mi nutre ed arricchisce di riempirmi.

Io comincerò con quell’attività che mi ruba energie e divertimento e non mi permette di avere il tempo per ciò che mi arricchisce davvero.
E voi?

Valeria 


Immagine presa qui

author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

2 commenti

  1. E' così difficile a volte fare spazio, ci attacchiamo a cose ormai inutile, ci trasciniamo fardelli pesanti al di là dell'inverosimile. Ma in quei momenti, rari, in cui si è di luna buona...facciamo piazza pulita, senza rimpianti e siamo pronte x un nuovo inizio!

    RispondiElimina
  2. E' vero Moky, quando si è in luna buona è più facile individuare cosa ci arricchisce e cosa ci toglie energie. Dovremmo cercare di riuscire a nutrirci di cose utili sempre, soprattutto quando non siamo in luna né ottima, né pessima, ma semplicemente luna (e la luna è donna, non come il sole ;)), altrimenti il rischio è di liberarci di tutto per eccesso di euforia o malinconia... e in questi casi, si sa!, nel calderone a volte ci si butta tutto!

    buon fertile vuoto a te!

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no