yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Paracetamolo: è davvero innocuo?

2 commenti
La tachipirina (paracetemolo) è in assoluto il farmaco più utilizzato in età pediatrica.
Lo si usa come antipiretico, ma anche come analgesico. Ha la febbre:  Tachipirina. Ha mal d'orecchio: Tachipirina. Dentini e febbriciattola??? Idem.

Parlando con molte mamma mi sono accorta che l'istruzione che i pediatri dovrebbero dare, e cioè MAI prima dei 38,5°C o viene data con leggerezza o non viene recepita.


Conosco non poche mamme che la davano a 37 e mezzo.
Ebbene vi sembrerà una contraddizione, ma a 37,5 °C la febbre fa più bene che male. La febbre non è una malattia, e neanche il sintomo di una malattia, la febbre è una inestimabile arma di difesa.


Va contrastata solo se il bambino è abbattuto.
Anche a 38,5 °C  comunque il più delle volte basta scoprire il bambino, togliergli una maglia e così via.


In ogni caso non dico niente di nuovo, perché
i danni da paracetemolo sono noti da anni. Vengono riportati già da libri pubblicati un ventennio  fa.


Per dirne una,
ci sono studi che dimostrano che i bambini che fanno abuso di paracetamolo (ovviamente il bambino da solo non può mettere la suppostina :) ) sono più inclini a diventare allergici.

Ma la cosa che non dovrebbe essere trascurata è la tossicità per il fegato, dimostrata già con studi del 1967.

E invece la tachipirina continua a essere considerata la panacea per tutti i mali. Ma la verità è che è giusto e normale che molte malattie facciano il loro corso, che la febbre non va soffocata ai primi sintomi, che gli intervalli di somministrazione vanno rispettati, e al massimo se la febbre non scende ed è troppo alta (che vuol dire oltre 39) meglio farsi una passeggiata al pronto soccorso che rischiare dando troppi farmaci.


Se vi sembra che io stia esagerando, leggete pure il comunicato
dell'istituto di farmacovigilanza.


Ma anche  il foglietto illustrativo: 

04.8 Effetti indesiderati -

Con l'uso di paracetamolo sono state segnalate reazioni cutanee di vario tipo e gravità inclusi casi di eritema multiforme, sindrome di Stevens Johnson e necrolisi epidermica.Sono state segnalate reazioni di ipersensibilità quali ad esempio angioedema, edema della laringe, shock anafilattico.
Inoltre sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati: trombocitopenia, leucopenia, anemia, agranulocitosi, alterazioni della funzionalità epatica ed epatiti, alterazioni a carico del rene (insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria) reazioni gastrointestinali e vertigini.


Read more: http://www.prontuariofarmaci.com/farmaci/schedetecniche/TACHIPIRINA.asp#ixzz29YmfokeK


 (cfr Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics 156: 285; 1967).

Bolesta S & Haber SL, Ann Pharmacother 2002; 36: 331-332 

Maria Pia






Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

2 commenti

  1. io mi sento già in colpa per averla presa in questi giorni per contrastare l'influenza. Pur non avendo febbre (37...) il medico me l'ha prescritta... spero davvero che non abbia fatto male al piccolo... sono un po' paranoica ma su qeueste cose cerco di andare cauta... :(

    RispondiElimina
  2. tranquilla, il paracetemolo non oltrepassa la placenta. e quindi stai serena che al feto non è arrivato nulla. E poi in gestazione forse, ne vale anche la pena, il benessere è importante.

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no