yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Ricetta: Pollo alla messicana molto piccante

Nessun commento
Eccoci qui pronte per un nuovo fine settimana!
Anche voi avete voglia di primavera? Io sogno colori pastello, fiori e aria fresca... Invece qui è ancora pieno inverno con tanto di bufera di neve!
Per scaldarci un po' ho pensato di proporvi la mia versione del pollo alla messicana, piatto amatissimo da tutta la mia famiglia.
Chissà che un po' di piccante non riesca a scaldarci!






INGREDIENTI
(per quattro persone)

4 fette spesse di petto di pollo
tre peperoni (meglio rossi e gialli)
mezza cipolla tritata
una tazza di fagioli borlotti lessati
olio
sale
peperoncino piccante
coriandolo fresco (facoltativo)
un bicchiere di salsa messicana (io la trovo pronta al supermercato, se non la trovate potete prepararla voi facendo soffriggere in una casseruola mezza cipolla tritata e un peperoncino a pezzetti; aggiungere un peperone rosso a filetti e, quando è appassito, coprire con una tazza abbondante di passata di pomodoro. Cuocere per una decina di minuti e poi frullare tutto).

Tagliare a pezzetti il petto di pollo e a filetti i peperoni.
In una casseruola versare qualche cucchiaio d'olio e farvi rosolare i pezzetti di pollo.
Scolarli e tenerli in caldo.
Nella stessa casseruola aggiungere altro olio e far soffriggere la cipolla tritata,
Aggiungere i peperoni e cuocerli a fuoco vivace per circa dieci minuti mescolando spesso.
Unire il petto di pollo, mescolare e lasciar cuocere un paio di minuti sempre a fiamma vivace.
Aggiungere la salsa messicana, abbondante peperoncino e regolare di sale.
Abbassare la fiamma, mettere il coperchio e lasciare sobbollire per circa venti minuti.
Quando mancano cinque minuti aggiungere i fagioli.
Se vi piace guarnire con coriandolo fresco.
Servire con riso in bianco o pane di mais.

Anna

author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no