yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Gravidanza e depressione

1 commento
Questo post nasce da discorsi fatti con un'amica.

La frase era "io ho sofferto di depressione durante la gravidanza, ma nessuno ne parla".

E così ho deciso di parlarne, perchè la depressione antepartum non è un evento raro, in quanto colpisce il 20% delle donne in gravidanza.

La depressione antepartum si sviluppa di solito tra il 2° e il 6° mese, ma esistono anche casi di insorgenza tardiva.

Chi ha sofferto di ansia e attacchi di panico è più a rischio, in quanto gli sbalzi ormonali e l'instabilità psicologica delle donne in stato di gravidanza rendono più vulnerabile il sottile equilibrio di una mamma in attesa.

Cattivo umore, astenia (stanchezza), tendenza al pianto facile, pensieri negativi sul fatto di riuscire a portare a termine la gravidanza, risvegli frequenti e, nei casi più gravi, desiderio di morte sono i sintomi che devono far scattare l'allarme.

La depressione antepartum va curata, con l'aiuto di specialisti, perché è stato dimostrato che può sfociare in una depressione post-partum grave, oltre che ad alti livelli di cortisolo nel sangue del nascituro, con indice di apgar basso. Oltre a creare, come dicevo, il terreno alle depressioni post-partum più preoccupanti, anche per l'incolumità del neonato.

La cura può avvalersi di psicofarmaci e di sostegno psicologico ed emotivo, ed ogni cura va trattata in appositi centri in modo da trovare la terapia ottimale.

Non sentiamoci diverse, colpevoli.

Il silenzio delle mamme è la prima barriera da abbattere.


Maria Pia


Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

1 commento

  1. Per fortuna quella me la sono risparmiata, ma quella dopo il parto no...

    RispondiElimina

Ti va di parlarne?

no