yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Tutorial: Copri Agenda in feltro

Nessun commento
A quale accessorio non possono rinunciare le donne sempre alle prese con la conciliazione dei tempi lavoro-casa-famiglia? L'Agenda, ovviamente! Grazie a questo semplice tutorial di Giorgia potremo creare con pochissimi elementi una foderina personalizzata per rendere unica la nostra agenda!

 

 

 

Materiali:

feltro, colla da stoffa, forbici per stoffa, bottone magnetico, gesso, bottone decorativo, spilli, ago, filo da ricamo, agenda.


Foto 2










Sul feltro segnate con il gesso il perimetro dell'agenda (copertina comprensiva del dorso).












Foto 3

Ritagliate 4 rettangoli:

A: il rettangolo ottenuto dal perimetro dell'agenda aumentato di mezzo centimetro.

B: una fascia larga circa 3 cm e lunga 10 cm più dell’altezza (lato lungo) del rettangolo A

C e D: 2 rettangoli uguali di dimensioni lato corto 7-8 cm e l'altro lato lungo come la base (lato corto) del rettangolo A








Foto 4
Foto 5










Incollate i due rettangoli C e D su quello grande come da foto 5


Foto 6
Foto 7










Eseguite il punto festone sulle due "ali" per rafforzare l'azione della colla (foto 7) e anche per abbellire il copriagenda (io ho usato un colore a contrasto ma nulla vieta di usare un filo dello stesso colore del feltro).




Foto 8





Su una delle due estremità della fascia B posizionate il bottone magnetico (femmina)








Foto 9




Incollate la fascia sul copri agenda (a metà dell'altezza della copertina) tenendovi a 1-2 cm dal bordo esterno.







Foto 10



Prendendo la misura rispetto al bottone magnetico femmina, posizionate il bottone maschio e tagliate il feltro in eccesso.











Foto 11

Il rettangolo di stoffa tagliato servirà ad applicare il bottone decorativo che sarà successivamente incollato sul retro del bottone magnetico (figura 12)



Foto 12








author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no