yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Raffreddori & C.: come prepararsi all'arrivo dei malanni autunnali

Nessun commento
Se esistesse un metodo sicuramente efficace per prevenire le malattie da raffreddamento nei bambini, il suo scopritore sarebbe ultra miliardario.

Il Sistema Immunitario umano è molto complesso, e proprio per questo non "nasce imparato" ma ha bisogno di un continuo apprendimento.

Il miglior modo di apprendere è quello di lavorare sul campo. Si può addestrare un soldato, raccontargli cosa è la guerra, ma non capirà esattamente come combattere, se non quando sarà a viso aperto col nemico.

Può sembrare una visione semplicistica, ma non lo è affatto. La prevenzione va effettuata su più fronti.

L'igiene
Il bambino per imparare a difendersi deve venire a contatto con i germi. Rifuggite quindi da qualsiasi cosa vi garantisca un pulito "disinfettato". Che siano detergenti per pavimenti o additivi da aggiungere al bucato è più il danno che provocano che l'utilità. Il bambino che non abita un ambiente "sterile" impara piano piano incontrando germi scarsamente aggressivi e, se viene difeso da essi, quando incontrerà i malanni di stagione i sintomi saranno molto accentuati. Per non parlare della maggiore incidenza di asma e febbre da fieno.

Dunque, cominciamo a essere "più sporchi" e meno fissati con l'igiene?

Ovviamente bisogna far pace con lo sporco "giusto" e i disinfettanti vanno usati, dov'è necessario (WC, Biberon ecc.). Si può immergersi nel fango in pieno stile Peppa Pig, ma prima di mangiare ci si deve lavare le mani. E' necessario trovare il giusto equilibrio. A tal fine mi sento di segnalarvi il libro di Maura Gancitano, Igiene e cosmesi naturale edito da Leone Verde.

Buona abitudine da Mantenere: Lavarsi spesso le mani.

L'alimentazione
Le vitamine svolgono una funzione importantissima per il nostro organismo, nutrirsi in armonia con le stagioni ha un senso concretissimo, in quanto l'agricoltura ha il suo ritmo biologico, e l'uomo nutrendosi di essa si è evoluto seguendone le orme. Diamo spazio alla frutta e verdura di stagione, lasciamoci proteggere da essa. Non insistete a mangiare fragole a gennaio. Fate una buona colazione ricca di agrumi, frutta oleosa. Nutritevi di ortaggi di stagione. La classica minestra invernale ha un suo perchè, nulla è lasciato al caso da millenni di tradizione.

Cosa da ricordare: gli agrumi interi sono da preferire ai succhi e agli integratori di vitamina c. La vitamina incomincia a degradare da subito, se si preferisce la spremuta meglio che sia appena fatta (e per questo i succhi industriali in commercio vengono addizionati di vitamina c).


Infine mi preme ricordare che l'antibiotico non è la panacea di tutti i mali, che le malattie da raffreddamento in genere sono dovute a virus, organismi a cui l'antibiotico non fa neanche il solletico. Limitiamo l'assunzione di antibiotico solo ai casi veramente necessari e sotto stretto controllo medico. L'abuso di antibiotici è il miglior amico delle infezioni, usiamone meno e vedremo che con il tempo nostro figlio si ammalerà di meno. Chiedete al farmacista "rimedi naturali" per i sintomi, come ad esempio la propoli per il mal di gola.

Che sia un tiepido inverno e con pochi malanni,
a presto 
La vostra infermiera pediatrica,

Maria Pia

Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no