yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Spunti di contatto: giochi e idee per divertirci con i nostri figli che crescono

Nessun commento
Il legame fra genitori e figli prosegue con il passare degli anni. La relazione si modifica e cambia con l’acquisizione di nuove competenze psico-motorie da parte del bambino. 
Il fatto che nostro figlio abbia superato la fase dello “stare in braccio” non significa che adesso non abbia più bisogno di noi e del nostro contatto. 

E’ molto importante ricercare con il nostro bimbo delle situazioni di gioco che stimolino l’interazione ed il contatto. 

Per i bambini che sono stati massaggiati fin da piccoli sarà naturale richiedere questo tipo di contatto alla mamma ed al papà, ricreando le sensazioni piacevoli e benefiche del tocco delle mani. Ma questo tipo di gioco può essere proposto anche ai bambini che non sono stati massaggiati da neonati, rispettando il loro naturale senso del pudore ed i loro tempi.

Molto spesso i genitori credono di dover massaggiare il loro bambino solo nel primo anno di vita, ma sarebbe invece utile continuare questa forma di interazione anche negli anni successivi. Il massaggio verrà modificato in base alle nuove competenze acquisite dal bambino, coinvolgendolo e facendolo sentire parte integrante ed importante della relazione. Verranno proposti giochi di contatto sul corpo come disegni da indovinare, lettere e numeri che aiutano il bambino a sviluppare nuove capacità sensoriali e di linguaggio. Divertenti storielle inventate dal genitore seguite da picchiettii, strusciamenti, carezze e pizzicori che rappresentano gli oggetti descritti nella storia che si animano sul corpo (pioggia,vento, sole, animali, macchine, passi, frutta, verdura, mare etc. etc.). 

Tutto quello che solletica la nostra e la sua fantasia è uno strumento per giocare con nostro figlio.

Anche abbinare delle letture di filastrocche o storie al gioco di contatto è molto divertente! Si possono proporre al bambino letture di nuovi racconti oppure rispolverare vecchie canzoncine e filastrocche che le nostre mamme e nonne ci raccontavano da piccoli, ricordare le dolci sensazioni che queste procuravano in noi da piccoli sarà una bella esperienza e riporterà alla luce vecchie emozioni. Utilizzare il pensiero simbolico per il massaggio sarà molto divertente per il bambino che proverà a suggerire nuovi giochi: fare il pane, la pizza, i biscotti, costruire una casa, un orto e tutto quello che la fantasia suggerisce!

Altro strumento potrà essere il massaggio indiretto, utilizzare vari oggetti che sia i genitori che i bambini possono adoperare per massaggiarsi a vicenda. Preparare un cestino contenente vari materiali ed utensili come pennelli, stoffe diverse fra loro, palline, rulli, palloncini riempiti di acqua o farine, peluche, sacchettini con noccioli, macchinine, etc. etc., che si possono usare in vario modo sulla pelle. 
Questo gioco aiuta a percepire a livello tattile le sensazioni che i vari materiali e consistenze hanno sul nostro corpo e le emozioni che ne scaturiscono.

Per colorare e dipingere i nostri corpi è divertente l’utilizzo di olio colorato con coloranti naturali e alimentari, per disegnare strade, figure, lettere e splendidi dipinti d’autore sul nostro corpo e sul corpo della mamma e del papà.
Utilizzate tutto ciò che vi suggerisce la vostra e la loro immaginazione e buon divertimento!

Valentina L.



Immagine presa qui
author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no