yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Recensione: Curarsi con i libri

Nessun commento
Curarsi con i libri di Ella Berthoud e Susan Elderkin è edito da Sellerio e curato, nell'edizione italiana, da Fabio Stassi.
Mi è stato regalato a Natale da una paziente che, evidentemente, ben conosce la mia passione per i libri e per la cura e che, solo di poco, mi ha anticipato, privandomi del piacere di andare a comprarmelo, ma donandomi il piacere, ancora maggiore, di riceverlo in dono.
Perché nel potere terapeutico dei libri e della lettura io ci credo veramente e, veramente, mi sono approcciata a questo libro con tanta curiosità.

Ad incuriosirmi innanzitutto sono state le Autrici: due donne, due artiste, l'una pittrice e insegnante d'arte, l'altra scrittrice, abituate a scambiarsi libri fin dall'epoca dell'Università, talmente convinte dell'utilità curativa dei libri da fondare nel 2008 un servizio di biblioterapia per la School of Life di Londra da suggeriscono bibliocure a lettori di tutto il mondo.

Ad incuriosirmi, in secondo luogo, è stata la profonda convinzione che, in ogni caso, la lettura sia un'esperienza assolutamente personale e mi sono chiesta se ed in che modo le Autrici avrebbe risolto l'annoso problema dei gusti e delle affinità personali dai quali non si può prescindere quando si suggerisce una lettura.
In realtà le Autrici non risolvono, e non affrontano, questo problema e considerano la questione della cura prescindendo dalla soggettività del lettore e lasciandosi guidare nella prescrizione esclusivamente dal sintomo.
Premettendo che il loro manuale non discrimina tra i dolori del corpo e del cuore, le Autrici propongono soluzioni per una lista di disturbi medici e situazioni problematiche della vita piuttosto ricca, nei confronti della quale, per fortuna, le Autrici riconoscono di non avere soluzioni definitive, ma balsami in grado di alleggerire la situazione.
Qualunque sia il vostro disturbo, la nostra ricetta è semplice: un romanzo (o più d'uno) da leggere a intervalli regolari. Alcuni trattamenti porteranno a una completa guarigione. Altri invece ci porteranno semplicemente conforto dimostrandovi che non siete soli. Ma tutti, alla fine, offriranno un temporaneo sollievo dai sintomi, grazie al potere di distrarre e trasportare della letteratura.
Berthoud e Elderkin, Curarsi con i libri. Ed. Sellerio (2013)
Alla ricerca di suggerimenti utili per quando nascono mamme, papà e bimbi, ho trovato consigli di lettura per chi vorrebbe avere bambini, per chi li ha persi, per la rivalità tra fratelli, per la maternità e la paternità, per i genitori single, per la gravidanza, per la nausea e per l'orologio biologico, e, pur trovando i suggerimenti di lettura spesso molto lontani dai miei gusti ho apprezzato il riconoscere che queste situazioni, ed altre nel testo, pur non essendo malattie da guarire possano, talvolta, essere fonte di malessere e possano, spesso, essere alleviate con una cura a base di ironia, romanticismo, allegria o tragicità, semplicemente scegliendo di ricorrere ad una manciata di parole piuttosto che ad una manciata di pillole.
In fondo in fondo è quello che facciamo spesso anche qui, no?


author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no