yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Quando nasce un bambino: trasformare la coppia in squadra

Nessun commento


Nascono, però, anche un papà e una famiglia intera che deve riorganizzare tempi, spazi e risorse in base ai bisogni dell'ultimo arrivato che ora occupano il primo posto nella scala delle priorità.

Per questo motivo è fondamentale prepararsi per tempo alla trasformazione da coppia a famiglia, aspetto che talvolta viene trascurato ma che invece dovrebbe avere un'importanza fondamentale: lo tsunami emotivo della maternità, se non opportunamente gestito, rischia di travolgere tutto quello che incontra e anche il più solido dei rapporti è destinato a subire una forte ristrutturazione dei ruoli e delle esigenze di ogni singolo individuo.

Come preparare la coppia ad affrontare il cambiamento?
Quali atteggiamenti o attenzioni nei confronti del partner possiamo mettere in atto per facilitare la trasformazione?

  • Cominciare dall'antipasto

La comunicazione è come un banchetto: così come a tavola non cominceremmo mai con la portata principale, allo stesso modo quando parliamo è opportuno preparare le nostre conversazioni creando uno spazio sicuro, in un momento in cui sia possibile esprimerci senza essere disturbati, interrotti e senza lasciare spazio a reazioni eccessive, urla e accuse di alcun genere. 
Un modo adeguato di cominciare potrebbe essere: "So che sei stanca/o ma sono preoccupata/o per questo motivo. Possiamo parlarne insieme?"

  • Dar voce alle emozioni

Troviamo le parole giuste per dire all'altro come ci sentiamo. Serve a noi per ascoltare i nostri bisogni più profondi e permette al partner di sapere come stiamo e essere consapevole delle problematiche da affrontare insieme. 
"Oggi mi sento triste"; "Sono davvero esausto/a"; "Provo una forte angoscia".

  • Esprimere sempre la propria gratitudine

Nonostante le difficoltà, anche se non sempre tutto va come vorremmo, ricordiamoci che sia noi che il nostro partner stiamo facendo del nostro meglio in una situazione nuova, spesso difficile e costellata di imprevisti a cui far fronte in modo tempestivo.
A fine giornata esprimiamo la nostra gratitudine all'altro per rafforzare il nostro legame e apprezzare l'impegno reciproco.
"Grazie per il tuo sostegno"; "Grazie per avermi aiutato a..."; "Grazie perché cerchi di capirmi..."

  • Il benessere al primo posto

I bisogni del bambino occupano la vetta delle priorità ma non dobbiamo dimenticare che anche noi genitori abbiamo il diritto di stare bene perché altrimenti non potremmo prenderci cura di qualcun altro. Così come la mamma deve cercare di mangiare in modo sano, riposare il più possibile e dare spazio alle proprie esigenze anche i papà non devono sentirsi in colpa se si ritagliano degli spazi per sé, per recuperare le energie o scaricare lo stress delle nuove responsabilità.

La nascita di un figlio trasforma la coppia in una squadra: con la giusta preparazione, la valorizzazione dei talenti individuali, la condivisione di sentimenti e obiettivi non esiste difficoltà che non possa essere superata e traguardo che non venga raggiunto. Insieme.




author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no