yes
no
6/mamme/slider
no
Image and video hosting by TinyPic

Prima di parlare, ascolta!

Nessun commento

Una delle prime cose di cui ci rendiamo conto subito dopo il parto è che siamo circondate da persone (spesso altre mamme appartenenti a varie generazioni) che quando ci fanno visita a casa o ci telefonano per sapere come stiamo noi e il bebè, utilizzano il tempo della chiacchierata per offrirci consigli su cosa dovremmo fare.
Perché loro ci sono passate prima di noi, perché hanno cresciuto figli e nipoti, perché sanno decodificare esattamente il pianto indecifrabile di qualunque neonato.

Che ricevere consigli sia una delle modalità più frequenti di testimoniare la propria vicinanza ad una neomamma sta emergendo anche dalla nostra indagine (se sei mamma e non hai ancora partecipato, regalaci 5 minuti del tuo tempo per rispondere qui!), tuttavia spesso quelli che riceviamo sono s-consigli, ovvero dei luoghi comuni, leggende metropolitane e miti travestiti, o peggio, mascherati da ordini.
Se vuoi approfondire la questione puoi scaricare il nostro e-book gratuito,  50 S-consigli per sopravvivere nel Postpartum, iscrivendoti alla Newsletter; ti accorgerai di non essere la sola ad averne ricevuti di strampalati o se sei in dolce attesa puoi prepararti per rispondere in modo corretto ed esaustivo ai consiglieri più insistenti.

I risultati parziali del nostro questionario dimostrano invece che le neomamme sentono il bisogno di ricevere un supporto di tipo emotivo, un aiuto che non offra istruzioni preconfezionate ma domande che si focalizzino sul suo benessere o, più semplicemente, sull'ascolto.

Ascoltare e accogliere le emozioni di una mamma che è "rinata" senza giudicare le sue lacrime, le sue scelte, i suoi vissuti, è il regalo più utile che possiamo farle in un momento tanto delicato della sua esistenza.
A questa conclusione è giunto anche uno studio del 2007 secondo cui  è fondamentale che chi si prende cura della neomamma lo faccia "con gentilezza, rispetto e comprensione delle sue esigenze" evitando il giudizio affrettato.

Questo è uno dei motivi per cui, insieme all'Associazione Web Family, abbiamo inaugurato i Gruppi di Supporto Online per mamme in attesa e nel postpartum e le iscrizioni sono talmente tante che abbiamo dovuto ripensare i criteri organizzativi per riuscire a seguirli al meglio. 
All'interno del gruppo, chiuso e segreto su fb, sarà possibile condividere i propri stati d'animo e approfondire problematiche e situazioni che tutte le partecipanti stanno attraversando. A volte basta  semplicemente essere ascoltate e non sminuite per sentirsi meno sole e avere un luogo, fisico o virtuale, in cui poterlo fare è una risorsa da sfruttare appieno!
Se siete in dolce attesa o avete dato alla luce la vostra creatura da meno di 12 mesi e volete partecipare, iscrivetevi alla nostra Newsletter o a quella dell'Associazione Web Family e vi spiegheremo come fare!


Chiaraluce

author profile image
Abdelghafour

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry's standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book.

Nessun commento

Posta un commento

Ti va di parlarne?

no